Questi sono, solo, alcuni degli esempi che dimostrano quanto grande è la tua rabbia repressa. L’introspezione è fondamentale per individuare le ragioni e le cause più profonde della rabbia repressa. La terapia cognitivo comportamentale per la rabbia. Sei stato accusato di essere passivo-aggressivo. Trattenere la rabbia è come trattenere un carbone ardente con l’intento di gettarlo a qualcun altro; sei tu quello che si scotta. La rabbia diventa inespressa e repressa (re-troflessione) in seguito all’accumulo di insoddisfazioni, frustrazioni e deprivazioni a cui il paziente non sa dire “no”. Non significa che una persona con rabbia repressa, non si arrabbia mai. Di conseguenza la nostra rabbia repressa, va a scaricare le tensioni sul corpo, portando spesso mal di schiena, torcicollo, tensione allo stomaco che può portare ulcere, gastriti, ecc. Più grande è la rabbia repressa, più facilmente sono le piccole cose a dare fastidio. Il livello e l’intensità di questa emozione può portare a gravi problemi fisici e mentali inclusi depressione, ansia, pressione alta e bassa efficienza del sistema immunitario. Il loro modo di vedere loro stessi li intrappola in un mondo nel quale non possono esprimersi liberamente e ad attaccarsi per lo stesso motivo. Ma in concreto cosa provoca la repressione dell'ira? 1. magari in relazione ad eventi apparentemente banali? (2003). Alcune persone, a dire la verità molto poche, sono sopravvissute al contagio, ma di norma la patologia è letale. 9. Se ci pensi, infatti, è un paradosso della vita sentirsi sempre felice. Tensione muscolare: I muscoli si controllano per non aggredire. 3) Indebolisce il tuo sistema immunitario: se ti ritrovi ad essere arrabbiato per la maggior parte del tempo, potresti ritrovarti anche ad ammalarti più spesso. Ora io resto convinto che queste persone meritavano tutto ciò (sono convinto che si siano approfottati della mia indole per far rompere la schiena solo a me) ma non riesco comunque a perdonare me stesso e questo mi brucia dentro. Non per forza in questo caso si parla di dipendenza da alcol o da droghe o sigarette. Al solito considera queste strategie come indicazioni: per andare a fondo a qualsiasi problema di tipo psicologico è spesso necessario un supporto professionale. Hai problemi a dire no. Ecco l’interpretazione psicosomatica di alcuni sintomi che posso essere originati dall’energia bloccata per rabbia inespressa o repressa. La rabbia repressa agirà come un piccolo mostro che corroderà il vostro stato d’animo rendendolo grigio e cupo oltre a riversarsi perfino sul vostro stato di salute fisica. Eczema alle mani: Le mani prudono dalla voglia di usarle. La rabbia si reprime senza rendersene conto, a volte infatti persone che si rivolgono a me in terapia, sono del tutto inconsapevoli della loro rabbia repressa. Per l’infezione del virus della rabbia, non c’è alcuna terapia specifica. Quando impediamo alla nostra rabbia di esprimersi in maniera sana, si crea uno squilibrio a livello emotivo. Si può dire quindi, che la personalità passivo-aggressivo ha come base una rabbia repressa molto grande. 1) Un’esplosione di rabbia può mettere a rischio il tuo cuore: la rabbia repressa tende ad associarsi primariamente a malattie cardiache. La rabbia è un’emozione, così come la gioia e  la tristezza, e se non siamo capaci di esprimerla, si accumula dentro di noi, e allora si reprime. Sintomi. Problemi digestivi/costipazione frequente/ulcere gastriche. Prima, però vorrei farti vedere questo video che ti aiuta a capire come gestire la rabbia. Ottimi risultati arrivano dalla psicoterapia breve dinamico esperenziale. Propongo anche che noi "Kriegskinder" abbiamo bisogno di espandere la nostra capacità di tollerare e di provare empatia per il dolore degli altri, come nel mondo d'oggi questo è richiesto ai sopravvissuti dell'Olocausto ed alle vittime del terrorismo. E la rabbia ha un suo significato, una sua utilità. Prima o poi vorrà essere sfogata anche in altro modo e ci troveremo ad arrabbiarci in maniera smisurata anche di fronte a una piccolezza. I sintomi iniziali della rabbia durano per circa 2-10, per poi lasciare spazio a una sintomatologia più grave, che include: un comportamento aggressivo (80% dei pazienti), allucinazioni, agitazione, eccessiva produzione di saliva. Tra tutte le emozioni a cui abbiamo accesso, la rabbia è la meno incoraggiata nella nostra società, che tende a reprimerla in ogni sua forma. Mantenersi occupato è un modo sicuro per non avere il tempo di sentire le cose. Una di queste è proprio la rabbia. bere, usare droghe, sesso compulsivo, gioco d’azzardo, abbuffate). Cefalea pulsante: L’aggressività cerca di uscire martellando il cervello. Esplosioni di collera eccessiva ed ingiustificata. Quando provi rabbia repressa è probabile che ti senti come una pentola a pressione: arriva un punto in cui non reggi e vorresti esplodere.. O magari lo fai e cerchi di capire come sfogare la rabbia. 15. Rabbia espressa e repressa: caratteristiche e sintomi fisici. Dato che ognuno di noi è differente, ogni trigger è differente. 3. In realtà, la rabbia e la tensione che quotidianamente possono essere accumulate (a volte, trascinando dietro di se questi sentimenti per anni e anni) possono condurre a gravi conseguenze, fino a vere e proprie patologie psicologiche e fisiche. 1) Sei una persona eccessivamente passiva: essere una persona passiva può essere una buona cosa: infatti molte volte permettiamo alle piccole cose semplici e che non dovrebbero consumare la nostra attenzione di infastidirci. Ma in concreto cosa provoca la repressione dell'ira? Sei in palestra e ti da molto fastidio chi non usa gli asciugamani dove si siede. La ringrazio per questo articolo che mi ha fornito una comprensione diversa della rabbia. A livello inconscio questi individui non credono di meritare di poter esprimere la loro rabbia: ciò comporta anche un grande accumulo di rabbia repressa verso se stessi. Se tendi a controllare le emozioni, figurati il mondo esterno. Ciò non significa che questi siano gli unici, ma sicuramente sono importanti da considerare. Sono la prima che ogni tot, quando mi accorgo che la gestione momentanea non basta, vado in macchina da sola e urlo. I SINTOMI DELLA RABBIA REPRESSA. Oltre che sintomi psichici come agitazione ed irrequietezza, si possono quindi avere sintomi fisici ben precisi come per esempio: tensioni muscolari (soprattutto a livello del collo) sudorazione abbondante immotivata Esistono alcuni segni che ci aiutano a capire se abbiamo o meno rabbia repressa. Col tempo è diventato un vero e proprio spazio di ascolto, comprensione e supporto. Spero possa esser di aiuto a chi, come me fino a poco tempo fa era succube di tale forza. La psicoterapia ti aiuta a comprenderti meglio e a far uscire quella rabbia che hai dentro. Journal of Psychology: Erika L. Stipkovits: Una buona relazione arriva con una bomba vitaminica ad assorbimento lento | hvg.hu Vuoi essere informato La rabbia degli uomini sembra essere un po’ più astratta e legata ad attacchi vissuti come personali, mentre quella delle donne sembra essere mescolata alla sofferenza legata alle difficoltà nelle relazioni interpersonali. Per la furia selvaggia sono morte persone, sono cominciate guerre, sono cadute nazioni. Ecco perché sentendola, affrontandola ed esprimendola in maniera costruttiva potrai passare da tensione, stress e ansia a tranquillità, leggerezza e libertà emotiva. Così questa emozione tende a nascondersi in una parte profonda del nostro inconscio e a riaffiorare molto più grande e forte proprio in alcune situazioni che la scatenano, ma non sembrano essere giustificate. Ed è il primo fondamentale passo per riuscire ad incanalarla in una maniera più produttiva. La rabbia deve essere sfogata. Nessuno si sente al massimo per tutto il tempo. – Eng, M. P., ScD., et al. e ti sei ritrovato spesso a non comprenderne le cause? I primi sintomi di chi non “sbotta” mai: 1. Se non compresa ed elaborata questa emozione può agire ed emergere in maniera incontrollata anche in situazioni che non sembrano essere direttamente collegate. La rabbia è un’emozione fondamentale nel nostro sviluppo evolutivo e ci aiuta ad individuare e rispondere istintivamente a situazioni di minaccia, oltre a fungere da potente forza motivante per cambiare aspetti della nostra vita di cui siamo insoddisfatti. Letto molto volentieri questo articolo ed altri, grazie per la condivisione. Si può sentire irritabile maggior parte della giornata o hanno frequenti esplosioni, come la collera della strada. L'essere troppo occupati vi permette di non avere il tempo di badare troppo a certe situazioni e quindi finite con l'evitare e si tratta quindi di un modo inconscio per nascondere la propria rabbia e negare le proprie emozioni; I bambini, in particolare, hanno profondi bisogni a livello sia emotivo che fisico. Un problema che va ad intaccare ulteriormente un’autostima gia altalentante di per sé. Nonostante ciò la chiave per la vita è l’equilibrio: bisogna sapere quando si può essere passivi e quando è necessario agire. 14. Si nasconde in profondità nel nostro inconscio e quando emerge, si mostra camuffata da comportamenti quali il sarcasmo, attacchi di rabbia, fatica cronica o sintomi depressivi. Dopo uno sfogo così uno di solito “scarica”, io invece mi sento ancora una brutta persona per cosa ho fatto e questo mi innervosisce. Credo di avere individuato la causa della mia rabbia, e cioè il rapporto difficile con un genitore, ma una volta riconosciuta non so come.devo elaborarla per mettermi in pace con me stessa.. può aiutarmi? Forse i tuoi ritardi al lavoro, nascondono un significato ben più profondo. Situazioni familiari possono avervi portato a convincervi che esprimere la propria rabbia, è qualcosa di pericoloso e dannoso per voi stessi o per le persone che vi stanno intorno. I sintomi iniziali della rabbia sono aspecifici e comprendono febbre, cefalea e malessere. Anche il classico “contare fino a 10” è una buona tecnica, così come cercare di rallentare la frequenza respiratoria espirando più a lungo di quanto si espira. Se questi non vengono soddisfatti ciò potrà portare a manifestazioni emotive in età adulta quali irritabilità o attacchi di rabbia. 2. Abbiamo bisogno di esprimerci, sempre. O magari lo fai e cerchi di capire come sfogare la rabbia. Considerando che la rabbia ha origini molto profonde, che vanno dall’infanzia, sembra molto difficile pensare di saperli gestire soli. Esistono sempre momenti in cui ci si sente particolarmente bene e momenti negativi. 6. È naturale e sano provare rabbia ed altre emozioni negative in alcune situazioni. Non mi sono mai arrabbiato, ma ho un senso di tristezza costante. In realtà, non è proprio cosi. Hai necessità di controllare la tua vita. 8. Va espressa, sfogata, manifestata né più né meno degli altri sentimenti. Il nostro corpo rappresenta noi stessi. La rabbia repressa può portare a sintomi fisici e psichici, infatti, depressione e rabbia repressa sono spesso correlate. Questo è un meccanismo inconsapevole che porta ad una scissione dentro di noi: tutto ciò che è valutato come buono viene premiato, tutto ciò che è valutato come cattivo viene punito e relegato in una parte di noi. Se in questo elenco di 15 segni che aiutano a scoprire se hai rabbia repressa, riconosci qualche sintomo, potrebbe essere che stai negando le tue emozioni vere, e tutto questo ti rende bloccato. 1. 7 .Soffri spesso di tensione muscolare. Il guaio è che questa rabbia non solo diventa distruttiva per le persone che ti circondano, ma devastante per te che la provi e ci stai male. rabbia repressa può portare a far saltare in aria o agire fuori quando si sa che si può farla franca. Iscritto presso: Albo degli Psicologi del Lazio N. 18957 - P. IVA 02876240595, Elaborazione del Lutto: 9 punti che possono davvero aiutarti ad affrontarla. | Iscrizione Albo degli Psicologi della regione Emilia Romagna n. 6482 |, Attacchi di panico: cause e terapia a Bologna, Come evitare gli attacchi di panico in viaggio, Come gestire l’ansia in modo naturale e senza farmaci, Se ti riconosci, leggi i 15 segni che ti aiutano a scoprire se hai della, Prima, però vorrei farti vedere questo video che ti aiuta a capire come, Se in questo elenco di 15 segni che aiutano a scoprire se hai. La rabbia repressa si tramuta in odio di sé e masochismo. Mantenere la nostra rabbia repressa, significa anche impiegare un sacco di energia nella nostra mente, che ci può lasciare privi di forze mentali e fisiche, e quindi leggermente depressi. Ogni volta che si cerca di esprimere le proprie emozioni, si sentono frasi del tipo “Non essere sciocco, non sei veramente arrabbiato”, oppure quando ci sono momenti in cui si vuole esprimere gioia, vieni fatto tacere. Non è sempre semplice, ma assolutamente possibile. Ultimo aggiornamento: 30 luglio, 2015. la rabbia repressa si accumula e si accumula, e a volte diventa esplosiva. Allora potresti sperimentare la cosiddetta rabbia repressa. Percio credo di aver fatto molti progressi.. nonostante questo però il mio corpo esprime a modo suo la rabbia repressa: da qualche anno ho l’occhio destro che presenta calazi, nonostante mi sia fatta operare già 2 volte per asportarli.. me li porto dietro per mesi e mesi e tendono anche a crescere. La rabbia repressa provoca spesso sintomi tra i più comuni come mal di testa, mal di schiena, dolori cervicali, ulcera, depressione. Salve. Pensaci: Psicologo e psicoterapeuta specializzato nella tecnica ISTDP. 4) I problemi con la rabbia possono peggiorare la tua ansia: ansia e rabbia spesso vanno di pari passo e possono avere alla base cause molto simili. Esiste una correlazione tra depressione e rabbia repressa, e nella terapia viene fuori. Imparare a riconoscere queste emozioni e poi trattare con loro può aiutare a liberare la rabbia. Si intende qualsiasi tipo di dipendenza, come quella per il gioco, per il cibo, ma anche per attività ritenute salutari come lo sport ( eccessivo ). D’altro canto reprimere la rabbia non va bene. Come gestire la rabbia repressa e come sfogarla in maniera sana e costruttiva, https://www.everydayhealth.com/news/ways-anger-ruining-your-health/, http://www.apa.org/topics/controlanger.html. Io sento di avere rabbia repressa, nonostante sia conosciuta per la mia pacatezza e razionalità..per riuscire a gestire bene a parole i confronti. Sono iscritta all`Ordine degli Psicologi del Lazio. Buongiorno Tino, la ringrazio per il suo commento. Nelle relazioni queste emozioni potranno esprimersi nella forma di critiche o eccessivo bisogno di vicinanza al nostro partner. Inizio dicendoti che la rabbia è un’emozione primordiale e seppur vivace ed impetuosa nelle sue sfumature, ti assicura la sopravvivenza.